EricèNatale, il weekend della musica antica e dei pupi siciliani raccontati dal cuntastorie per eccellenza Salvo Piparo

Venerdì 23 dicembre, alle ore 12.00, gli Amici della Musica di Trapani metteranno in scena “Quant’è bella giovinezza… II”, salotti e diletti del Rinascimento italiano con la regia di Betty Lo Sciuto e la scenografia di Danilo Coppola.

Alle ore 19.30, nella Chiesa di San Martino, si alzerà il sipario con il SìBarÓ Ensemble: Theresia Bothe, soprano, Alice Antichi, soprano, Angelo Litrico, chalumeau, Anna Spoto, traversiere, Mario Licciardello, fagotto, Rosaria Politi, clavicembalo. L’ensemble SìBarÓ nasce dall’incontro di musicisti formatisi in importanti centri di musica antica, uniti dal comune interesse a una più attenta lettura del repertorio musicale appartenente alla tradizione colta.
Ricerca timbrica, interrogativi sull’estetica, tra Seicento e Settecento rappresentano lo spunto di partenza di questo progetto. SìBarÓ propone un repertorio che spazia dal tardo barocco allo stile galante, promuovendo l’utilizzo di strumenti originali dell’epoca.

Sempre nella stessa giornata, alle ore 17.30, nella sala mostre temporanee del Polo Museale “A. Cordici”, sarà inaugurata una mostra sui pupi siciliani dell’artigiano siciliano Angelo Campo. 10 Pupi siciliani in esposizione tratti dalla letteratura epico-cavalleresca di epoca medievale, come le vicende dei paladini di Francia dell’”Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto. Gusto e ricercatezza nei materiali utilizzati, come l’ottone, il rame rosso, il velluto, i nastri dorati, i bottoni gioiello.
Nel 2001, anche l’Unesco ha proclamato l’Opera dei Pupi un patrimonio orale e immateriale dell’umanità, inserendola in tale lista nel 2008 e riconoscendola così come un capolavoro da preservare.
La serata ricca di emozioni e suggestioni siciliane  continua con “U Cuntu di Orlando” con Salvo Piparo e Michele Piccione, alle ore 18.00, al Teatro Gebel Hamed, a cura degli Amici della Musica di Palermo. “U Cuntu di Orlando” per bocca di Piparo è un intruglio di poetica di strada e tradizioni, ritmi incalzanti e passionali, canzoncine sbiadite di una Sicilia in bianco e nero. Una performance legata alla tradizione popolare, ai pupi siciliani. In scena un cuntastorie, Salvo Piparo, accompagnato dalle musiche, eseguite dal vivo, di Michele Piccione, per raccontare le gesta dei primi paladini di Francia, Orlando e Rinaldo.

EricèNatale – Il borgo dei presepi è organizzato dal Comune di Erice e dalla Fondazione Erice Arte con il sostegno de I Borghi più belli d’Italia e la Funierice, in collaborazione con l’ Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana,  il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, la Proloco di Erice, la Cooperativa Kleos, la Fondazione Ettore Majorana e Centro di Cultura Scientifica, la Montagna del Signore, l’Associazione “Amici della Musica” di Trapani, l’Associazione “Amici della Musica” di Palermo, l’Associazione Salvare Erice, l’Associazione Nerd Attack, l’Istituto d’Istruzione superiore “Ignazio e Vincenzo Florio”, l’Istituto Tecnico Turistico “Sciascia e Bufalino”. I mercatini di Natale e la casetta di Babbo Natale sono a cura dell’Associazione “Il Bajuolo di Erice”.

8 su 10 aziende chiudono, la tua SALVALA

Ricevi subito il metodo in 4step per generare NUOVI CLIENTI in maniera prevedib

https://www.marcodasta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto