“Poveri Falcone e Borsellino…”

aPoveri Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: vittime della mafia, ma anche dell’incuria e della cecità di quanti dal 19 luglio ad oggi permettono questo indecoroso spettacolo nei pressi di Via Virgilio a Trapani.
Se è troppo pretendere che se ne accorgano netturbini, Vigili Urbani e amministratori, magari gli stessi autori della pomposa e retorica posa della ghirlanda non avrebbero potuto rimuoverla?
La “stampa”, a Trapani, esiste ancora?
Grazie.
Laura Montanti

Spiace sentirci chiamati in causa incastrati tra ingiuste – forse anche offensive – virgolette, così come fa male la domanda sull’esistenza o meno della Stampa a Trapani. Ci perdonino i lettori se nella nostra risposta leggeranno spesso questo termine, volutamente riproposto in barba a una delle regole che insegnano sin dalle elementari, quella di evitare le ripetizioni. Perché la Stampa qui c’è, esiste, e per i cittadini è pure una fortuna averla, visto quel che ogni giorno di bello e brutto mostra (o che di bello e brutto nasconde) questo territorio!
Ad ogni modo, è d’obbligo una precisazione. Non è ipocrisia: sia a seguito di segnalazioni che per via di autonomi spunti, già da qualche tempo il nostro giornale monitorava insieme ad altri il triste paradosso del piazzale Falcone e Borsellino. Si veda, ad esempio, il degrado di piazza Gian Giacomo Ciaccio Montalto o di quella intitolata al giudice Giacomelli. Ritardo nella pubblicazione del servizio o dimenticanza, la si chiami come si preferisce, se c’è una colpa certamente non ci sottraiamo. Se quell’ammasso di foglie riarse domani sarà ancora lì, andremo a toglierlo noi. E non sarebbe neppure la prima volta che, pur non dovendo, ci sporchiamo le mani. La città è di tutti e riteniamo che se non si muove chi di dovere debbano farlo i cittadini, e di esempi ce ne sono parecchi. Non amiamo – per dirla con l’opera di uno street artist – chi pensa a scattare foto col cellulare alla persona che sta annegando pochi passi più in là, invece di soccorrerla.
Se l’”indecoroso spettacolo” si fosse registrato nel territorio comunale di Erice, l’Assessore Montanti lo avrebbe ugualmente e con la stessa solerzia rappresentato alla Stampa? A meno che la memoria non ci tradisca, non ricordiamo nessun Suo comunicato. Eppure di occasioni ce ne sono state diverse. Per carità, tutti sbagliano, tanto la Stampa nel dimenticarsi di una corona quanto un’Amministrazione Comunale – scegliamo di non far esempi per evitare eventuali strumentalizzazioni e sterili polemiche , ma, in nome della Coerenza, la domanda appare lecita e la puntualizzazione va fatta.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi