DATTILO NOIR-PARTINICAUDACE 3-0, QUARTA VITTORIA DI FILA PER I GIALLOVERDI

Il Dattilo Noir conquista la quarta vittoria consecutiva superando con un netto 3-0 il Partinicaudace del grande ex Massimo Formisano. I gialloverdi del presidente Mazzara faticano un po’ prima di avere la meglio dei neroverdi palermitani, ma grazie ad un ottimo secondo tempo riescono a chiudere il 2018 casalingo con un importante successo.

Partono bene i padroni di casa che al 17’ sfiorano il vantaggio con un colpo di testa di Bernardo, sugli sviluppi di un corner, che finisce di poco alto. Al 26’ chance per Seckan che, su una sponda di Matera, non trova l’impatto con la sfera da pochi passi. Un minuto più tardi l’occasione capita a Matera che però, sul più bello e in piena area di rigore, si fa anticipare dall’ex dattilese Di Discordia. Al 33’ si vede anche il Partinicaudace con un tiro dal limite di Vassallo, deviato prontamente in corner da Guido Mistretta, quest’oggi al debutto con la maglia del Dattilo Noir.

Al 42’ cross di Genna per Matera che non inquadra la porta con un buon colpo di testa. Allo scadere della prima frazione ci provano gli ospiti con un tiro al volo di Rinaudo che termina sul fondo. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0-0.

Nella ripresa è tutta un’altra ed è tutto un altro Dattilo Noir. Gli uomini di mister Vincenzo Melillo si guadagnano un penalty al 3’ per un fallo su Bono dentro l’area di rigore palermitana. Dal dischetto è infallibile capitan Fina che riesce a superare Montalto, portando così in vantaggio i suoi. 1-0 e quinto gol in campionato per il numero 5 gialloverde.

Un minuto dopo è il Partinicaudace a reclamare un rigore per un fallo su Rinaudo. I palermitani protestano e proprio Rinaudo viene espulso per proteste, lasciando così i suoi in 10. Il Partinicaudace però non demorde e ci prova con il fresco ex di turno Simone Guaiana che, direttamente su punizione, colpisce la parte alta della traversa con una determinate deviazione di Mistretta. Sul ribaltamento di fronte i padroni di casa trovano il raddoppio: bellissimo cross dalla sinistra di Di Pasquale e gran tap-in al volo di Federico Matera che trova così il suo ottavo centro in campionato. 2-0 e partita in controllo per il Dattilo Noir che al 28’ chiude definitivamente i conti: Gomez, al debutto con la nuova maglia, serve Seckan che addomestica la sfera per l’accorrente Bernardo che di destro, e appena dentro l’area di rigore, non lascia scampo a Montalto. Tris gialloverde e primo gol in campionato con la maglia del Dattilo per il trapanese Vittorio Bernardo che riesce finalmente a sbloccarsi.

Match in ghiaccio e Dattilo che può anche dilagare in contropiede: al 33’ grande chance per Gomez che, a tu per tu con Montalto, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore del Partinicaudace.

E’praticamente questa l’ultima occasione di un match che il Dattilo Noir vince con merito. I gialloverdi, con questi 3 punti, si riportano in zona playoff al quarto posto in classifica con 26 punti, in coabitazione col Mazara, a 2 punti dal Sant’Agate terzo e a +2 dalla Parmonval sesta in graduatoria. Adesso Fina e compagni chiuderanno l’anno solare ed il girone d’andata domenica prossima sul campo della seconda forza del torneo Canicattì.

“Chiudiamo l’anno solare in casa con una gran bella vittoria – ha detto il tecnico gialloverde Melillo – siamo contenti per la prestazione che abbiamo offerto, soprattutto nel secondo tempo. Sapevamo che oggi non sarebbe stata una partita facile, Massimo Formisano lo conosco bene. Aveva caricato alla grande i suoi giocatori e infatti hanno venduto cara la pelle. Devo però fare i complimenti al Partinicaudace perché nel primo tempo ci hanno messo in seria difficoltà e forse, non ho problemi ad ammetterlo, avrebbero meritato qualcosina in più. Poi nella ripresa, dopo il vantaggio, la gara si è messa in discesa per noi ed è stato tutto più facile”.DattiloNoirPartinicaudace 3-0

IL TABELLINO

DATTILONOIR: Mistretta, Genna, Di Pasquale, Monforte, Fina (23’st Salone), Paladino, Bono (11’st Compagno), Sammartano (11’st Iannazzo), Matera (26’st Gomez), Bernardo, Seckan. A disposizione: Tosto, Carollo, Cudia, Angileri, Cinquemani. All.: Vincenzo Melillo

PARTINICAUDACE: Montalto, Campione, Pirreca, Battiniello, Di Discordia (41’st Vitrano), Conteh, Drago G. (11’pt Di Vincenzo), Bosco, Guaiana, Rinaudo, Vassallo (42’st Randazzo). A disp.: Pullará, Lunetto, Spicuzza, Drago W., Vivona, Rinaudio. All.: Massimo Formisano. 

ARBITRO: Liberio Fundarotto di Trapani; Assistenti: Di Dio di Caltanissetta e Pedalino di Agrigento
RETI: Fina (r) 3’st, Matera 10’st, Bernardo 28’st

NOTE: Ammoniti Fina e Iannazzo nel Dattilo Noir – Campione nel Partinicaudace; Espulso Rinaudo (P) al 6′ st; Corner: 5-5; Recuperi: 2’pt-3’st

 

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi