MARSALA: SORPRESO A RUBARE ALL’INTERNO DELLA SEDE DEL CENTRO DI IGIENE MENTALE

I Carabinieri di Marsala hanno arrestato Boris Comella, marsalese pluripregiudicato per reati predatori che, appena il 12 settembre scorso, era stato scarcerato dalla detenzione domiciliare che stava scontando per un residuo pena per reati contro la persona. Domenica mattina alla Centrale Operativa della caserma di via Mazara è giunto  l’allarme telefonico antintrusione della sede del Centro di Salute Mentale di via Trapani. Sul posto è stata inviata una pattuglia che una volta giunta sul luogo ha subito notato, dalla porta in vetro posta all’ingresso, una sagoma di un uomo che furtivamente si muoveva all’interno.
Notata la presenza dei Carabinieri e vistosi ormai colto con le mani nel sacco, il malvivente è stato bloccato senza resistenza alcuna dai militari, a cui consegnava anche un coltello che aveva in mano e che stava utilizzando quale arnese da scasso. A questo punto, i Carabinieri hanno effettuato un sopralluogo dei locali, accertando che il Comella aveva preso di mira i tre bagni della struttura asportandone la rubinetteria e facendo anche allagare tutto il piano. Terminate tutte le verifiche nella sede dell’A.S.P. e messi in sicurezza i locali, i Carabinieri della Stazione di Marsalahanno accompagnato il Comella presso la sede di via Mazara, ove conclusi gli atti di rito ed acquisita la denuncia del responsabile della struttura, è stato tratto in arresto per furto aggravato e condotto presso la sua abitazione, ristretto in regime di arresti domiciliari in attesadella convalida dell’arresto e del contestuale giudizio con rito direttissimo.

La tua azienda sta per fallire se non...

Attiri nuovi clienti in maniera prevedibile e alzi la frequenza di acquisto

https://www.marcodasta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto