Dissesti idrogeologici causati dal maltempo: risarcimento ed intervento da parte della Regione Sicilia e altre autorità amministrative competenti

In merito ai danni recati dal dissesto idrogeologico sul nostro territorio, verrà istituito un incontro presso le sedi di Confagricoltura Trapani, organizato da A.N.G.A. Trapani (associazione nazionale giovani agricoltori) dove poter parlare delle procedure da attuare nel richiedere un risarcimento dei danni provocati e pretendere un intervento da parte degli organi competenti alla gestione dei corsi d’acqua nel nostro territorio.
Gli interessati potranno rivolgersi presso le sedi di Confagricoltura per iscriversi alla manifestazione di interessi, successivamente verranno ricontattati per definire il giorno del incontro.
Il verificarsi di eventi di dissesto idrogeologico, spesso inerenti alla esondazione di fiumi e torrenti che invadono i centri abitati, mette a rischio l’incolumità degli abitanti, danneggiando gravemente abitazioni, fabbricati di diversa destinazione, terreni, piantagioni e colture, veicoli, imbarcazioni, imprese, viabilità pubblica, opere idrauliche, acquedotti, fognature ed altre infrastrutture.dd1a7f9f-5f50-4da2-8052-16632c72877a
In molti casi tali eventi sono causati da insufficiente programmazione, pianificazione ed attuazione da parte delle autorità amministrativi aventi competenze in materia di: opere idrauliche di protezione (difesa, sistemazione e regolazione dei corsi d’acqua, dei rami terminali dei fiumi e delle loro foci nel mare; moderazione delle piene; polizia idraulica; manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere e degli impianti nel settore e la conservazione dei beni); tutela ed il risanamento del suolo e del sottosuolo; interventi di risanamento idrogeologico del territorio tramite la prevenzione dei fenomeni di dissesto, la messa in sicurezza delle situazioni a rischio; opere stradali, edili ed acquedottistiche; etc.
A questo punto, vista la ricorrenza di tali eventi di dissesto che li rende tutt’altro che eccezionali ed imprevedibili o inevitabili, e indipendentemente dall’attività di protezione civile (in zone colpite da eventi calamitosi), risulta necessario informare – attraverso la fissazione di assemblee, incontri e riunioni pubbliche – tutti i soggetti danneggiati o che potrebbero risultare danneggiati da detti eventi dei propri diritti e relative tutele giuridiche, tanto in termini di richiesta di risarcimento dei danni subiti che di richiesta di esecuzione di tutti i necessari interventi ed opere di manutenzione ordinaria e straordinaria del demanio idrico fluviale, di tutela e risanamento del suolo, di mitigazione e contrasto del rischio idrogeologico, etc., atti ad evitare il riproporsi di situazioni di rischio per la
pubblica e privata incolumità, di danno per il patrimonio privato, per le imprese, etc.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *