Si è svolto a Trapani il primo World Clean Up Day della città

Si è svolto a Trapani il primo World Clean Up Day della città, iniziativa organizzata in 128 punti vendita in Italia di Decathlon uniti nella più grande azione di raccolta rifiuti con l’obiettivo di ripulire il mondo dalla spazzatura e mantenerlo pulito attraverso la sensibilizzazione della comunità.
Il primo evento a Trapani è stato organizzato in collaborazione con la “Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco” presso il litorale di Nubia. La  collaborazione con Decathlon rientra nelle azioni di sensibilizzazione che l’Ente Gestore porta avanti da tempo volte ad una maggiore protezione dell’ambiente lungo la Riserva, al fine di preservare la flora e la fauna legati all’habitat costiero.

I nostri litorali infatti, sono anche il simbolo dello stretto legame tra le abitudini dell’uomo e i delicati equilibri della biodiversità.

La giornata di sensibilizzazione ambientale si è svolta in sinergia con il Comune di Paceco e “I sentieri di Gu” nell’ottica di rafforzare la collaborazione tra vari soggetti in  difesa e per un uso sostenibile di uno dei tratti di costa lungo la Riserva, tra i più suggestivi ma anche più ricchi di biodiversità.
Molti sono i volontari che hanno risposto anche oggi all’appello e tra questi anche un gruppo di studenti dell’Istituto Turistico Sciascia Bufalino nell’ambito della PCTO  alternanza scuola lavoro, prova di come la condivisione dell’esigenza di preservare la Natura sia una volontà di molti e può portare ad una più ampia diffusione e  condivisione delle buone pratiche.
L’esito finale della giornata di raccolta a mano dei rifiuti si concretizza in 42 kg di plastica e 52 di vetro, oltre alla carta e all’indifferenziato, segno che occorre fare di più  per sensibilizzare la collettività e azzerare l’incivile pratica dell’abbandono dei rifiuti.

L’iniziativa di oggi a beneficio della costa della Riserva, la quarta in pochi mesi, è la dimostrazione che buona parte della collettività riconosce nella Natura un  importantissimo patrimonio da salvaguardare ma ci deve far riflettere sulla necessità di cambiare le nostre abitudini. La Natura è “innaturalmente” piena di plastica ed è fondamentale sensibilizzare all’uso responsabile e morigerato dei prodotti realizzati con le materie plastiche con i quali giornalmente entriamo in contatto, ricordando come le microplastiche sono già entrate pericolosamente nelle catene alimentari di tante specie.

La scelta di dedicarci oggi alla pulizia del tratto costiero di Nubia non è casuale ma rientra tra le diverse azioni concrete che da tempo l’Ente Gestore porta avanti a tutela di quest’area. La giornata odierna rappresenta per la Riserva la prosecuzione di un percorso che trova la collaborazione della Capitaneria di Porto di Trapani con la quale si interviene già da tempo a rimuovere gli ancoraggi abusivi che danneggiano la prateria di Posidonia antistante il litorale.

La valorizzazione del sito con il recupero delle strutture storiche preesistenti è anche una delle priorità della Riserva ed in tal senso di recente l’Ente Gestore ha approvato i lavori per il progetto di recupero e musealizzazione dell’antica Torre costiera di Nubia. Questo contribuirà ad una maggiore attenzione all’uso sostenibile del territorio e a comunicare il valore ambientale del sito protetto in quanto il museo ospiterà un’area espositiva dedicata all’ecosistema dell’area umida.

8 su 10 aziende chiudono, la tua SALVALA

Ricevi subito il metodo in 4step per generare NUOVI CLIENTI in maniera prevedib

https://www.marcodasta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto