L’Handball Erice batte Salerno e va in finale di coppa Italia per il secondo anno consecutivo, le arpie sono detentrici del titolo

RICCIONE. Come lo scorso anno, l’Handball Erice batte in semifinale di Coppa Italia la Jomi Salerno, con il risultato di 22 a 27 e conquista la finale della competizione, vinta nella passata stagione. Match perfetto per le ericine, che hanno avuto un eccellente apporto nella fase iniziale dell’incontro. L’approccio, quindi, ha consentito ad Erice di gestire le redini della sfida per tutta la sua durata. Nel secondo tempo, oltre all’assenza annunciata di Masson per l’infortunio di ieri, le ericine hanno dovuto fare a meno di Ekoh, ma hanno ben risposto alle tattiche messe in atto da coach Francesco Ancona. Domani a partire dalle 13 la finale per difendere il titolo, con l’Erice che affronterà la vincente della sfida fra Cassano Magnago e Brixen Sudtirol.

Jomi Salerno vs Ac Life Style Erice 22-27

Parziali: (13-15; 22-27).

Jomi Salerno: Dalla Costa 3, Rossomando 7, Avagliano, Squizziato, De Santis 2, Cirino, Petersen 3, Danti, Ribeiro Dias, Napoletano, Ciociano (p), Fabbo, Pinto Pereira (p), Lauretti Matos, Barreiro 6, Gislimberti 1. Allenatore: Francesco Ancona.

Ac Life Style Erice: Bernabei, Coppola, Tarbuch 2, Losio 1, Basolu 1, Cozzi, Pugliara 1, Manojlovic 9, Farisé, Benincasa 2, Iacovello (p) 1, Nkou, Storozhuk 4, Ekoh 6, Ramazzotti (p).  Allenatore: Nikola Manojlovic.

Arbitri: Gianna Stella Merisi e Andrea Alejandra Pepe.

PRIMO TEMPO: Parte bene Erice, grazie alle parate di Ramazzotti, che sostituisce l’infortunata Masson, e alle reti di Ekoh, Manojlovic e Tarbuch che consentono alle ericine di condurre per 1 a 4 (8’). La Jomi Salerno prova a velocizzare il gioco, ma Tarbuch e Ekoh  portano Erice avanti sul 4 a 8 (13’). Manojlovic continua a punire la difesa campana e l’Handball Erice allunga con decisione sul 6 a 12 (20’). La difesa di Salerno aumenta la propria intensità, recuperando il gap. La prima frazione termina con il cartellino rosso mostrato a Ekoh per l’involontario colpo al volto a Dalla Costa con la sfera di gioco. Il tabellone, quindi, recita 13-15.

SECONDO TEMPO: Coach Ancona decide di applicare una difesa individuale su Storozhuk, ma Erice riesce a trovare la via della rete con Manojlovic, che porta Erice avanti sul 15 a 17, con il time-out di Salerno (36’). Benincasa mette a segno due reti di fila, mentre Pugliara segna il 16 a 20 (42’). La scelta di Salerno è quella di giocarsi il tutto per tutto con l’extra player in attacco, ma Erice con Manojlovic tocca il massimo vantaggio momentaneo sul 17 a 24 (48’). Le parate di Iacovello mettono quindi il sigillo alla vittoria di Erice, che batte Salerno con il risultato conclusivo di 22 a 27 ed accede così alla finale della coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto