Geonight alla Riserva delle Saline di Trapani e Paceco

GEONIGHT non per caso nella riserva naturale delle saline ma per raccontare ai giovani studenti trapanesi l’evoluzione del loro territorio,  che in questo caso  è stata anche cancellazione di luoghi identitari.
 In tale contesto e periodo storico l’emergenza, quasi trent’anni fa di tutelare con una apposita  legge regionale ciò che rischiava di scomparire per sempre.
Il racconto del territorio tra passato e presente dell’area tutelata, attraverso l’esperienza del personale della Riserva Naturale per ricordare i risultati conseguiti ma soprattutto per consentire agli studenti di conoscere il luogo, conoscenza alla base di un uso sostenibile di un ambiente fortemente connesso ed interdipente con le attività antropiche sia interne all’area che esterne ma con effetti al suo interno.
Con l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia – sez. di Palermo e gli alunni e docenti dell’stituto turistico dell’I. I. S. S. “Sciascia e Bufalino” di Erice (TP) un pomeriggio di discussione e confronto, dalla trasformazione del territorio e del paesaggio delle saline di Trapani del passato a ciò che resiste fino ai nostri giorni rappresentando un importante scrigno di biodiversità e al contempo anche una opportunità di crescita economica e sociale diversa per il territorio tutto soprattutto limitrofo. Grazie al racconto del prof. Filippi Antonino – archeologo, che supportato dalle antiche cartografie ha mostrato l’evoluzione della città con la compressione delle saline e lo sviluppo al loro posto della città.
Con il racconto del personale della riserva per ricordare come, grazie ad una norma regionale che ha istituito la Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco, si è posto fine all’interramento con irreversibile distribuzione dell’area umida e quindi rischio per la sopravvivenza di molte specie vegetali ed animale caratteristiche delle saline.
E poi per far conoscere ed apprezzare il patrimonio culturale, naturalistico e paesaggistico agli studenti dell’I. I. S. S. “Sciascia e Bufalino” ad indirizzo turistico che potranno attraverso le professioni turistiche promuovere al meglio il valore di questi luoghi.
Il WWF Italia Ente Gestore della Riserva naturale orientata delle Saline di Trapani e Paceco e
l’stituto turistico I. I. S. S. “Sciascia e Bufalino” di Erice (TP) già da tempo hanno sperimentato una collaborazione nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO). L’iniziativa “GEONIGHT” si inserisce nella collaborazione tra queste due realtà del territorio, anche precedenti attività di formazione in aula per arrivare poi alle attività sul campo. Le iniziative come questa, rappresentano per gli studenti importanti momenti formativi volti alla conoscenza del territorio con le sue molteplici peculiarità e rientrano nei percorsi formativi di studio per orientare e sviluppare le competenze trasversali degli studenti dell’Istituto IISS “Sciascia e Bufalino” Tecnico Economico e Turismo che in futuro saranno il motore delle attività economiche del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto