Pantelleria, la nave non arriva. Il Pd denuncia gravi inadempienze

pantelleriaStamattina la nave che garantisce i collegamenti tra il capoluogo e Pantelleria non è attraccata al porto dell’isola, nonostante le buone condizioni del tempo in mare. Dura la presa di posizione del Partito Democratico che ha inviato una nota al Sindaco di Pantelleria nella quale si legge che: “o questa volta si procede con una denuncia per interruzione di pubblico servizio nei confronti della Compagnia delle Isole (ex Siremar) o di tale azione se ne farà carico il Partito Democratico Pantelleria ma con l’appoggio di tutta la cittadinanza”.

“Con grande sorpresa – si legge ancora nella nota del Pd – nella mattinata di oggi abbiamo costatato che nessuna nave della Compagnia delle Isole era attraccata nel nostro porto, nonostante le ottime condizioni meteomarine. Dalle verifiche eseguite si è appurato che la nave Pietro Novelli era stata spostata a Lampedusa, sembrerebbe per un guasto alla nave che collega appunto la maggiore isola delle pelagie con Porto Empedocle. Naturalmente se Pantelleria rimane priva di collegamenti poco importa e poco importano i gravi disagi che ormai giornalmente subiamo, nel caso specifico con tanti nostri concittadini e le loro famiglie bloccate a Trapani!”

“Tutto questo non è la prima volta che accade – sostiene il Segretario PD dell’isola Giuseppe La Francesca – e se non prendiamo seri provvedimenti, siamo certi che la storia si ripeterà ancora. Siamo stanchi della scarsa considerazione che ha la Compagnia delle Isole della nostra isola e di noi panteschi. Per cui dobbiamo agire! E’ indubbio – continua La Francesca – che ci troviamo davanti all’ennesima interruzione di pubblico servizio e per questo chiediamo e pretendiamo che il nostro primo cittadino sia portavoce del disagio che l’intera comunità pantesca sta subendo. Riteniamo che non possiamo più accettare questo stato di cose passivamente e quindi occorre, a nostro avviso, procedere con una denuncia alla magistratura per interruzione di pubblico servizio. Paghiamo molto spesso profumati incarichi legali, saremo ben lieti di pagarne ancora per portare avanti questa volta una battaglia legale che sia utile per vederci riconosciuto il nostro sacrosanto diritto alla Continuità Territoriale, che puntualmente viene calpestato dalla Compagnia delle Isole”.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi