Trapani, polizia ferroviaria scova due presunti ladri con la refurtiva

Continua l’attività della Polizia Ferroviaria di Trapani. Dopo l’operazione della scorsa settimana, nella stazione di Milo, che ha portato al sequestro di una discarica abusiva dove è stato trovato anche amianto, gli agenti della Polfer, nel corso di un servizio di pattuglia, nello stesso sito hanno notato qualcosa che li ha insospettiti. Nascosti all’interno dell’immobile della stazione, infatti, sono state trovate alcune matasse di cavi elettrici e decine di attrezzi utilizzati per attività di officine meccaniche o in cantieri edili.
Dopo aver trovato la refurtiva, abbandonata da ignoti nell’impianto, gli agenti si sono appostati in attesa di un eventuale ritorno degli autori del furto. La merce probabilmente era stata lasciata lì solo per poco, in attesa di poterla vendere al mercato nero: una supposizione che è stata premiata. Infatti, nel corso della mattinata di ieri sono stati bloccati due soggetti D.B.G., 43enne di Erice, e A.N., 26enne di Pantelleria, entrambi pluripregiudicati, i quali giunti a bordo di un autovettura, si sono recati all’interno dell’impianto per prelevare il bottino.


A seguito di perquisizione personale e del veicolo, ai due è stato anche rinvenuto un piccolo quantitativo di hashish. Entrambi sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di ricettazione; uno di essi è stato segnalato alla Prefettura di Trapani per la detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti.
Nel frattempo, continuano le indagini per individuare i proprietari dell’attrezzatura oggetto di presunto furto. La Polizia ferroviaria “invita chiunque abbia subito il furto dell’attrezzatura a presentarsi presso l’Ufficio Polfer di Trapani, al fine di riconoscere la merce asportata per la successiva restituzione”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *