Aggrediva la madre. Ventenne arrestato dai carabinieri di Mazara del Vallo

L’altro ieri, i carabinieri di Mazara del Vallo hanno arrestato in flagranza per il reato di maltrattamenti in famiglia Lorenzo Castelli, 20enne.
Tutto è cominciato con una chiamata al 112. Una madre spaventata chiedeva aiuto poiché era in corso una lite dai toni molto accesi con il figlio convivente. La lite, come si legge in una nota ufficiale, in realtà era “soltanto l’ennesimo episodio di maltrattamento messo in atto dal ragazzo nei confronti della madre e delle due sorelle maggiori conviventi”. Infatti, sin dal pomeriggio del 4 gennaio, il giovane aveva avuto auna serie di liti molto animate con la madre: in un’occasione aveva danneggiato un vetro e un mobile per poi dileguarsi all’arrivo dei militari dell’Arma. La sera stesa, poi, in assenza della madre e delle sorelle, aveva dato fuoco a un pigiama e a un piumone della sorella.
Giunti sul posto a seguito della richiesta di intervento, i carabinieri hanno assistito al lancio di oggetti vari addosso alla madre e a minacce al suo indirizzo.
A questo punto, i militari dell’Arma hanno bloccato il giovane, traendolo in arresto in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia. Nella circostanza, nella sua camera da letto è stata eseguita una perquisizione domiciliare d’iniziativa, nel corso della quale sono stati trovati 41grammi di marijuana, 45 semi di canapa indiana, 1 pianta di canapa indiana in fioritura dell’altezza di 130 centimetri, insieme a materiale per la coltivazione.
Accompagnato in caserma, su disposizione del Pubblico Ministero, il Castelli è stato posto agli arresti domiciliari in altra abitazione presso un parente.

[huge_it_slider id=”26″]

8 su 10 aziende chiudono, la tua SALVALA

Ricevi subito il metodo in 4step per generare NUOVI CLIENTI in maniera prevedib

https://www.marcodasta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto