A Birgi è effetto Summer. E la stagione invernale chiude con un +49% per il mese di marzo

Lo scalo parla straniero con il 16% di traffico registrato dalle rotte internazionali. Confermato il Pantelleria e in arrivo Napoli e Forlì

All’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, a distanza di una settimana dall’inizio ufficiale dalla stagione Summer 2023, che ha preso il via domenica 26 marzo, si respira già aria di alta stagione. Il parcheggio è tornato ad essere pieno, il terminal è colmo di passeggeri, e in tanti parlano una lingua straniera. Effetto delle rotte che sono diventate 26 e dell’aumento di quelle internazionali che determinano il 16% del traffico registrato.

Le rotte della Summer 2023

Una percentuale che andrà a crescere considerato che all’unico volo per Malta, si sono aggiunti i collegamenti con Bruxelles Charleroi, Billund, Bratislava, Dusseldorf Weeze, Baden-Baden, Francoforte Hahn, Manchester, Riga, Siviglia, Londra Stansted, Varsavia Modlin, Toulouse, e Katowice. E i voli internazionali per Bordeaux e Porto avranno inizio rispettivamente dal 5 maggio e dal 4 giugno 2023 per un totale di 16 rotte estere. Di prossima attivazione anche il collegamento con Napoli, dal 6 maggio e Forlì dal 15 giugno al 21 settembre, il giovedì e la domenica. Al completo le rotte saranno 26. Le altre nazionali sono Bologna, Milano Bergamo, Napoli, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Treviso e Pantelleria, per un totale di 10, operate tutte dal vettore Ryanair, tranne il Pantelleria che se l’è aggiudicato di nuovo DAT in continuità territoriale.

Dati di marzo 2023

Per quanto riguarda il report mensile del traffico aereo, marzo chiude con un transito di 57.330 passeggeri e 515 movimenti. Rispetto allo stesso mese del 2022 si registra un +28% di passeggeri ed un +42% rispetto al 2019. Prendendo in analisi il trimestre gennaio-marzo 2023, sempre a confronto con gli anni 2022 e 2019 salgono ulteriormente le percentuali con un +35% ed un + 32%.

Il commento del presidente di Airgest, Salvatore Ombra

«A Birgi, la bella stagione dura già, fortunatamente da almeno un biennio – ha commentato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra -. Messa alle spalle la pandemia, infatti, i numeri sono sempre aumentati, così come è aumentato l’impegno del management, dei lavoratori di Airgest e soprattutto il sostegno della politica regionale. E il presidente Renato Schifani ha rinnovato la sua fiducia fattiva verso il prezioso volano del territorio trapanese, l’aeroporto Vincenzo Florio. Attendiamo con gioia le statistiche di fine ottobre – ha concluso Ombra – e cioè, la fine ufficiale della stagione estiva, per tirare le somme sulla nostra volata che stabilirà in modo definitivo la forza dello scalo e il suo ruolo indiscutibile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto